Di per sé non sono pericolosi, in genere il cervello si rilassa di nuovo dopo qualche minuto ponendo direttamente fine all’attacco. L’attacco può essere pericoloso se la persona che lo subisce perde totalmente o parzialmente conoscenza e in quel momento si trova in mezzo al traffico, su una scala, su un terreno scosceso, circondata da fonti di pericolo, ecc.