Se gli attacchi epilettici possono in qualche maniera influenzare la prestazione di lavoro oppure se la mettono in pericolo, è opportuno parlare della sua epilessia al suo (futuro) datore di lavoro. Oltre alla severità dell’epilessia, della frequenza, della regolarità, è necessario considerare anche l’orario degli attacchi. Non esiste una ricetta universale valida per tutti.