Fratelli e sorelle

I fra­tel­li e le sorel­le sani di un bam­bi­no col­pi­to da epi­les­sia han­no un ruo­lo par­ti­co­la­re e sono con­fron­ta­ti a sfi­de pro­prie. Alcu­ni di loro si sen­to­no rele­ga­ti in secon­do pia­no per­ché la malat­tia assor­be gran par­te del tem­po e del­le atten­zio­ni dei geni­to­ri. Alt­ri cres­co­no con la cons­ape­vo­lez­za del­la loro responsa­bi­li­tà nei con­fron­ti del fra­tel­li­no o del­la sorel­li­na e si cala­no nel ruo­lo. I fra­tel­li di un bam­bi­no mala­to sono comun­que semp­re coin­vol­ti. Ris­pon­de­re alle loro esi­gen­ze nono­stan­te tut­ti gli one­ri spe­cia­li e con­sen­ti­re loro di ave­re un’infanzia e uno svi­lup­po sere­ni mal­gra­do le per­ce­pi­bi­li preoc­cup­a­zio­ni quo­ti­dia­ne è una sfi­da sup­ple­men­ta­re che i geni­to­ri devo­no raccogliere.