Epilessia nei bambini

Gli epi­let­ti­ci non sono per­so­ne diver­se dag­li altri. Tut­ta­via, per il bam­bi­no col­pi­to e per la sua fami­glia la dia­gno­si «epilessia» impli­ca una rifles­sio­ne pro­fon­da su mol­te­pli­ci que­stio­ni. Sono evi­den­ti i pro­ble­mi che deri­va­no dal­le cri­si e da even­tua­li limi­ta­zio­ni. Meno evi­den­ti, ma non per que­sto di minor rile­vanza, sono altri pro­ble­mi: accet­ta­zio­ne e assi­mi­la­zio­ne del­la malat­tia, timo­ri fon­da­ti e infon­da­ti, cond­ot­ta di vita, dif­fi­col­tà all’interno del­la fami­glia, pro­s­pet­ti­ve future, ecc. Que­sti pro­ble­mi in par­te chia­ri, e in par­te anche mol­to con­fu­si, modi­fi­ca­no in modo del tut­to indi­vi­dua­le le con­di­zio­ni gene­ra­li di chi è col­pi­to da epilessia. Per que­sto motivo, è importan­te ela­bora­re per cias­cun bam­bi­no misu­re di aiuto mirate.

Ulteriori informazioni

La bro­chu­re vi for­nis­ce infor­ma­zio­ni sull’epilessia nei bam­bi­ni e sul­le rela­ti­ve con­se­guen­ze per la vita quo­ti­dia­na. Vi indi­ca inolt­re dove poter­vi rivol­ge­re per tro­va­re aiuto. 

La bro­chu­re è dis­po­ni­bi­le anche in fran­ce­se e tedesco.